La carie  (dal latino caries, «putrefazione») è una malattia degenerativa irreversibile dei tessuti duri dei denti causata dai batteri. La carie dentaria origina dalla superficie e procede in profondità, fino alla polpa del dente interessato. La sua causa sono i comuni batteri presenti nel cavo orale, in modo particolare i batteri presenti nella placca, che se non mantenuti sotto controllo attraverso le comuni pratiche di igiene orale, o nel caso di abbassamento delle difese immunitarie, riescono a dissolvere la parte mineralizzata e organica che costituisce il dente, creando le carie. Il sintomo principale è il dolore, che compare spesso solo quando la carie è scesa molto in profondità. Il trattamento della carie prevede l’asportazione del tessuto infetto e la sua sostituzione con materiale adatto ( resine fotopolimerizzabili), e, nel caso di coinvolgimento della polpa, asportazione del tessuto pulpare e la sua sostituzione (cura canalare).

Denti cariati

I denti cariati possono diventare un problema per il paziente, l’insorgenza delle carie infatti non deriva esclusivamente da una certa predisposizione individuale bensì in larga parte dalle abitudini del singolo individuo. Una dieta ricca di zuccheri è complice nell’insorgenza delle carie. Altro fattore fondamentale sono le abitudini di igiene orale, di denti andrebbero lavati tre volte al giorno, meno lo facciamo, più tempo lasciamo ai batteri per bucare i nostri denti e farli marcire.

Carie sintomi

I  denti cariati sono spesso caratterizzati dalla presenza di dolore, sensibilità aumentata quando si bevono liquidi caldi o freddi, cattivo sapore e odore in bocca. Alcune volte tra i sintomi può presentarsi anche un leggero sanguinamento. Il dente cariato è nella pratica un dente marcio e bucato all’interno della nostra bocca, ricco di batteri al suo interno, proprio dove non dovrebbero essere. Si possono trovare carie in diverse zone del dente; possono presentarsi tra due denti (è il caso della carie interdentale, la più difficile da individuare), oppure sulla superficie masticatoria del dente.

Dentini da latte cariati

Perfino i denti di latte non sono risparmiati dalle carie. Alcuni genitori pensano che non sia necessario lavare i denti ai più piccoli, falso! All’inizio è possibile pulirli con una piccola garza. Nei primi anni è notevolmente utile eseguire visite di controllo dal dentista specializzato nella cura dei più piccoli (pedodonzista). I dentini da latte sono più fragili dei denti permanenti, infatti sono formati da uno smalto meno resistente, per questo si cariano più facilmente.

Quanto costa curare una carie

Quanto costa curare una carie? Dipende. Bisogna valutare la profondità e l’estensione della carie, più è profonda, più bisogna lavorarci per pulire la cavità da tutti i batteri e dal tessuto marcio. Per questo una carie andrebbe diagnosticata e curata in uno stadio iniziale, meno costi e meno impegno per il paziente. La carie non curata non si ferma da sola. Le conseguenze di una carie non curata sono diverse e piuttosto gravi. Il processo carioso arriva inesorabilmente alla polpa del dente (ovvero il nervo), causando dolore molto forte e in alcuni casi un ascesso formato da pus che porta alla necrosi del dente e la conseguente necessità di effettuare una cura canalare.

Per tutti questi motivi, se pensi di avere una carie o se vuoi effettuare una visita di controllo, chiamaci o passa da noi.

Dott. Lorenzo Lucarini